Pozzoli Depurazione srl

Impianti di prima pioggia NEUTRAszi

Materiale:

Utilizzi: {utilizzo}Impianti di prima pioggia NEUTRAszi{/utilizzo}

Norme di riferimento: Alcune regioni e localmente gli Enti gestori delle fognature impongono che le sole prime piogge siano stoccate in apposite vasche. Trascorso un determinato tempo, sono avviate alla fognatura. Le seconde defluiscono direttamente al recapito in acque superficiali o sul suolo. Di norma, in funzione del tipo di insediamento, sono considerate prime piogge la frazione dai 2,5 ai 5 mm per ogni evento meteorico. Il loro avviamento alla fognatura deve avvenire dopo 24-48 ore dall'evento meteorico in condizioni di tempo asciutto.

Diametri disponibili: da 0 mm a 0

Classi disponibili:

Le acque piovane, scorrendo sulle superfici scoperte impermeabili degli insediamenti, raccolgono le sostanze inquinanti ivi depositate. Le acque maggiormente inquinate sono quelle della prima frazione di ogni evento meteorico che trascinano con sé il materiale inquinante presente sulla superficie. È quindi importante che solo le prime piogge siano avviate alla fognatura in tempi successivi all'evento meteorico. L'impianto per prima pioggia NEUTRAszi si compone essenzialmente di: (1) un pozzetto deviatore con sensore galleggiante; (2) una o più vasche di accumulo dotate di sensore galleggiante e pompa di scarico; (3) un sistema elettromeccanico composto da quadro elettrico di comando e regolazione dotato di temporizzatore, salvamotore e allarme, da collocare in ambiente interno o esterno (in un idoneo armadio comandi).


Impianti di depurazione biologica a fanghi attivi per acque nere

Materiale:

Utilizzi: {utilizzo}Impianti di depurazione biologica a fanghi attivi per acque nere{/utilizzo}

Norme di riferimento: Decreto Legge 152/99 e successive modifiche e integrazioni (stabilisce precisi valori per lo scarico di reflui in acque superficiali, fognatura e suolo. In particolare, nel caso di liquami di natura civile si devono osservare i limiti previsti per : COD, BOD5, pH, colore, odore, solidi, composti dell'azoto e del fosforo).La norma italiana UNI EN 12566 fissa i criteri di costruzione, efficacia e certificazione degli impianti di depurazione per acque nere.

Diametri disponibili: da 0 mm a 0

Classi disponibili:

Depuratore per reflui civli e industriali certificato da ente terzo per scarico sul suolo e acque superficiali.
Il sistema NEUTRAsbr sequenziale, frutto della continua ricerca dei laboratori MALL, utilizza le più moderne tecnologie disponibili. E' un impianto a fanghi attivi a flusso discontinuo con fasi sequenziali. Il sistema a membrana NEUTRAultrasept rivoluziona i criteri della tecnica moderna dei piccoli impianti di depurazione utilizzando la tecnica degli impianti a fanghi attivi con ultrafiltrazione a membrana. Questo impianto è particolarmente indicato nel caso di scarico in acque classificate come sensibili, scarico sul suolo o volontà di riutilizzo delle acque trattate.

Voci di capitolato

Gli scarichi civili domestici ed industriali rappresentano una delle principali fonti di inquinamento delle risorse idriche e del suolo. L'apporto inquinante di tali reflui deriva normalmente da concentrazioni variabili di sostanze organiche, di azoto ammoniacale e nitrico, di fosfati e materiale solido, sia disciolto sia in sospensione. E' necessario, pertanto, un trattamento prima dello scarico in acque superficiali, in fognatura e nel suolo. I depuratori dotati di sistema con sequencing batch reactor (NEUTRAsbr) sono progettati e realizzati per assolvere questa specifica funzione.


Depuratori meccanico-biologici per autolavaggi

Materiale:

Utilizzi: {utilizzo}Depuratori meccanico-biologici per autolavaggi{/utilizzo}

Norme di riferimento: D. Lgs. 3 Aprile 2006 n° 152 e successive modifiche e integrazioni. Certificato DIfBT.

Diametri disponibili: da 0 mm a 0

Classi disponibili:

Le acque provenienti da impianti di autolavaggio in cui si svolge una normale attività operativa (esclusi i lavori di deceratura) contengono solitamente sabbia, fango, inerti vari, detergenti, residui di prodotti asciuganti e lucidanti, idrocarburi e tracce di metalli. Questi reflui, perciò, devono essere sottoposti ad un trattamento di depurazione prima di essere scaricati in fognatura e in acque superficiali. I depuratori meccanico biologici NEUTRA sono progettati e realizzati per questa specifica funzione.

Voci di capitolato

NEUTRAbio è il primo impianto biologico interrato con il riciclo delle acque depurate per autolavaggi ad aver ottenuto in Europa la certificazione del DifbT.Consente di trattare le acque reflue nel rispetto dei limiti imposti dalle normative vigenti che disciplinano gli scarichi. Permette inoltre il riutilizzo dell'acqua trattata nelle fasi di prelavaggio e lavaggio delle auto (presso autolavaggi portale e tunnel).


Separatori fanghi e oli ( disoleatore )

Materiale:

Utilizzi: {utilizzo}Separatori fanghi e oli ( disoleatore ){/utilizzo}

Norme di riferimento: Decreto Legge 152/99 e successive modifiche e integrazioni (prevede una concentrazione nelle acque di scarico di oli minerali inferiore a 10mg/litro per scarico in fognatura ed inferiore a 5mg/litro per scarico in acque superficiali). Le Norme italiane UNI EN 858 regolano in modo specifico le caratteristiche costruttive, il dimensionamento e le modalità di certificazione degli impianti di separazione.

Diametri disponibili: da 0 mm a 0

Classi disponibili:

I disoleatori NEUTRA sono progettati e realizzati per la separazione delle frazioni solide e oleose.
La marchiatura CE certificata da ente terzo secondo la normativa UNI EN 858, è la garanzia di un funzionamento affidabile e costante nel tempo.
I campi di utilizzo dei separatori fanghi ed oli sono: le stazioni e le aree di servizio per l'erogazione di carburanti, le officine meccaniche, gli impianti di rottamazione, i depositi di carburanti, gli autolavaggi, i parcheggi, gli aeroporti, gli autodromi ed i depositi ferroviari.